Di fronte alle tecniche della procreazione medicalmente assistita, non è normale che i genitori esigano un bambino di qualità perfetta?

È questa stessa logica che forse spinge ad accogliere il bambino solamente se desiderato, e di non volerlo alla condizione che lui sia di «qualità perfetta». In entrambi i casi, il bambino non è voluto per sé stesso: è voluto affinché soddisfi il desiderio della coppia. Se non è desiderato, la notizia del suo arrivo sconvolge i piani della coppia; se non è perfetto, il bambino che s'annuncia non risponde alle aspettative della coppia.

Nell’uno e nell’altro caso la vita del bambino è nella sospensiva: la sua vita e la sua morte sono a l'intera discrezione di coloro che lo desiderano.

Pagina seguente

Rivedere pagina "Il bambino non nato".

Rivedere pagina "Indice generale".