In che modo il desiderio di un bambino di qualità conduce all’aborto?

Quando si pone il fondamento che un essere può venire ammesso all’esistenza perché lui è oggetto di desiderio, si stabilisce necessariamente che un essere può venire privato dell'esistenza perché non è l'oggetto di desiderio.

Il bambino non desiderato può essere eliminato per il semplice motivo che non è desiderato. Il bambino non conforme alle qualità che gli sono richieste può essere parimenti eliminato per il solo fatto di non possedere le qualità che gli sono richieste.

Ciò spiega perché le «indicazioni» di aborto tendano a diversificarsi e a moltiplicarsi. La moltiplicazione delle indicazioni «eugenetiche» ed «ortogenetiche» di aborto sono il corollario di una visione che riduce il bambino a oggetto di desiderio.

Pagina seguente

Rivedere pagina "Il bambino non nato".

Rivedere pagina "Indice generale".