La liberalizzazione dell’aborto riguarda certe categorie particolari di donne?

Diversamente che in Italia, dove le statistiche ministeriali rilevano che in grande prevalenza l’aborto riguarda donne sposate non divorziate e non separate. Dei studi condotti in Francia e in Inghilterra mostrano che in questi Paesi sono soprattutto le donne sole, e in particolare le adolescenti, che ricorrono all’aborto.

a) In Inghilterra, nel 1978; il 65% delle donne che avevano abortito erano nubili, vedove, divorziate o separate. Il fenomeno non è peculiare all'Inghilterra, lo si ritrova anche in Francia.

b) In particolare, l’esperienza mostra quante rovine la liberalizzazione dell’aborto abbia provocato tra le adolescenti abbandonate senza difesa, fin dall’aurora della loro vita di donna, a ogni sfruttamento, degradazione e umiliazione. Nel 1978; in Inghilterra, il 2,6% delle donne che si erano sottoposte ad aborto aveva meno di 16 anni.

c) La riflessione sulla liberalizzazione dell’aborto rileva, così, non solo la vulnerabilità estrema del bambino, ma più ancora quella della donna nella società. Di conseguenza, emerge imperiosa la necessità di non separare nei dibattiti la promozione integrale della donna e la protezione del nascituro.

Pagina seguente

Rivedere pagina "La donna sposa & madre".

Rivedere pagina "Indice generale".