Il punto di vista politico

Come definire la dimensione politica dell'aborto? Non c'è tuttavia alcuna possibilità di eccezione a questa regola? Per una società democratica, non è forse essenziale favorire al massimo la libertà degli individui?
La tolleranza non significa che tutte le opinioni sono rispettabili, ivi comprese quelle di coloro che proclamano l'aborto e l'eutanasia? Perché lo Stato ha un ruolo da svolgere a proposito dell'aborto? Il fatto di prendersela con la vita degli innocenti non è forse indizio di una perversione del potere?
Se la minaccia del totalitarismo fosse reale, non sarebbe percepita da tutti e contro di essa non si avrebbe una levata di scudi?    

ss31

To download the text, click here: Il punto di vista politico (pdf file)