In qual modo l’atteggiamento del giudice che si astiene dal reprimere può ripercuotersi sulla società politica?

L’atteggiamento del giudice che si astiene dal perseguire l’aborto viene sempre richiamato al fine di premere sul legislatore. Questi tende allora a sostituirsi al giudice nella valutazione delle circostanze.

Il legislatore, d’altra parte, non si arresta nel suo cammino: giunge a sollecitare l’esecutivo perché raccomandi ai magistrati di sospendere le azioni giudiziarie.

Così la legislazione sull’aborto lascia emergere quanto sia reale il pericolo della confusione dei poteri.

Pagina seguente

Rivedere pagina "Gli attori: medici & magistrati".

Rivedere pagina "Indice generale".