Questa mutazione è di vantaggio ad alcune nazioni particolari?

Il rapporto del National Security Council, preparato nel 1974 sotto la direzione di Henry Kissinger (http://www.population-security.org/28-APP2.html - http://www.africa2000.com/SNDX/nssm200all.html) offre in proposito lumi inquietanti. Tenuto segreto fino al 1989, questo rapporto ritiene indispensabile per la sicurezza degli Stati Uniti attuare una politica di controllo demografico nei Paesi del Terzo Mondo. Insieme alla pillola e alla sterilizzazione, vi è menzionato anche l'aborto.

Il rapporto fa inoltre sottilmente notare che:

«Gli Stati Uniti possono minimizzare il sospetto di cedere a motivazioni imperialistiche, che si celerebbero dietro al sostegno che essi danno alle attività demografiche. Occorre pertanto ripetere di continuo che la posizione nordamericana muove da una duplice preoccupazione, e cioè:

a) il diritto di ciascuna coppia a determinare liberamente e responsabilmente il numero di bambini, il distanziamento tra una nascita e l'altra, come pure l'accesso all'informazione, all'educazione e ai mezzi necessari per agire in tal maniera:

b) lo sviluppo fondamentale, sociale ed economico dei Paesi poveri nei quali la rapida crescita della popolazione è insieme una causa che contribuisce alla povertà diffusa e la conseguenza».1

__________________________________

  1. La citazione si trova a p. 115 del Rapporto. Si vedano altresì, nel medesimo Rapporto, le pp. 22, 101 e 117.

Pagina seguente

Rivedere pagina "Le organizzazioni internazionali".

Rivedere pagina "Indice generale".