In definitiva, se nessuna azione per la vita umana viene intrapresa a livello mondiale, ciò che si profila è una nuova guerra?

Per decenni il mondo è stato diviso in due blocchi, e abbiamo visto affrontarsi Est o Ovest. Questo «bipolarismo» non è morto, ma relegato oggi in secondo piano; è stato soppiantato dal confronto Nord-Sud, una guerra dei ricchi contro i poveri. In questa guerra attualmente in corso si impiegano armi nuove, tra le quali figurano in primo piano le armi biomediche, la cui messa in opera è stata « giustificata» da una lettura faziosa dei dati demografici. Queste nuove armi devono apportare la soluzione finale alla minaccia dei poveri, non all'esistenza della povertà. Perciò, quando la contraccezione non dà i risultati sperati, le si preferisce la sterilizzazione e l'aborto.

Accade qui come accade per i partners in cerca di piacere: i mezzi puntati a impedire la procreazion, devono essere di un'efficacia assoluta. Perciò la sterilizzazione e l'aborto si iscrivono inevitabilmente nella logica di questa nuova e silenziosa guerra.

Appare chiaro, per concludere con la calamità dell'aborto, che bisogna abbandonare gli anticoncezionali e promuovere i metodi naturali che favoriscono la procreazione responsabile.

Pagina seguente

Rivedere pagina "Le organizzazioni internazionali".

Rivedere pagina "Indice generale".