È possibile accertare l'esistenza di questa campagna citando qualche fatto?

Un primo fatto ci è fornito dal Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione nel suo rapporto del 1991. Questo rapporto raccomanda la larga divulgazione dei metodi contraccettivi chimici, meccanici o chirurgici. La RU 486 non è menzionata esplicitamente, ma vi si allude quando vengono richiamati i «nuovi approcci alla contraccezione postcoitale». È precisato che gli ostacoli giuridici che si oppongono alla divulgazione di questi metodi devono essere rimossi.

Il secondo fatto ci viene dall'Organizzazione mondiale della sanità. In un rapporto del 1992, questa agenzia specializzata dell'ONU spiega perché e come sponsorizzi delle ricerche sulla riproduzione umana.1 Emerge chiaramente da questo rapporto che l'OMS copre con la sua autorità e finanzia con le sue risorse la preparazione di droghe di grande diffusione destinate a controllare la popolazione dei Paesi poveri. Tra queste droghe figurano dei preparati che hanno la capacità di provocare un aborto precoce.

Sebbene queste istituzioni si difendano dall'accusa, esse sponsorizzano esplicitamente la pratica dell'aborto, collegandolo ai metodi di contenimento della natalità.

__________________________________

  1. Si veda Reproductive Health: a Key to a Brighter Future. Biennial Report 1990-1991. Special 20th Anniversary Issue, Genève, World Health Organization, 1992.

Pagina seguente

Rivedere pagina "Le organizzazioni internazionali".

Rivedere pagina "Indice generale".