Il fatto di prendersela con la vita degli innocenti non è forse indizio di una perversione del potere?

Il potere totalitario ha questo di particolare: non riconosce alcun limite proveniente da Dio né alcun controllo da parte degli uomini sui quali si esercita. Questo potere utilizza tutti i mezzi di cui dispone per affermarsi ed estendersi. Ma il potere dovrebbe essere un servizio: è al servizio del bene comune e ordinato alla protezione di tutti gli uomini, a cominciare dai più deboli. Tutti i grandi movimenti sociali che si sono sviluppati dal XIX secolo hanno contestato gli abusi di potere commessi dai più forti contro i più deboli.

Il segno più lampante che un potere, originariamente legittimo, scivola verso il totalitarismo è che questo potere se la prende con gli innocenti. Quando questa dinamica è innescata, il potere si degrada in mera potenza ed è privato di ogni legittimità. Tale potere è abusivo; deve essere denunciato e combattuto; fa di una resistenza attiva, un dovere.

Pagina seguente

Rivedere pagina "Il punto di vista politico".

Rivedere pagina "Indice generale".